NEWS DAL MONDO TGE

Novità dal mondo dell’autotrasporto.

MAN TGE 3.180 4X4 al Politecnico di TO per monitorare i cambiamenti climatici

Il taglio del nastro in Piazzale Duca d’Aosta, di fronte alla sede centrale del Politecnico di Torino, alla presenza dei professori Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino, Francesco Laio, Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture (DIATI) dello stesso Politecnico e il referente del MovingLab, Marco Piras, ha sancito l’inizio dell’attività del MAN TGE 3.180 4×4 MovingLab. In realtà, il veicolo ha già percorso qualche migliaio di chilometri dal massiccio del Gran Sasso, per monitorare il ghiacciaio Calderone, alla costa pugliese a Torre Santa Sabina, in provincia di Brindisi, per delle riprese subacquee di importanti siti archeologici per poi ritornare sotto la parete est del Monte Rosa per rilevazioni sul ghiacciaio del Belvedere.

“MovingLab si inserisce in un più ampio progetto quinquennale sostenuto dai fondi per i Dipartimenti di Eccellenza stanziati dal Ministero dell’Università e della Ricerca per lo studio e il contrasto dei cambiamenti climatici – spiega il referente Marco Piras -, e fa parte di cinque laboratori che il DIATI, del Politecnico di Torino sta sviluppando all’interno di tale progetto. Gli obiettivi principali sono tre: la ricerca attraverso i cinque laboratori appena citati, la formazione con un indirizzo del corso di laurea magistrale e un master di specializzazione sui cambiamenti climatici e la divulgazione, cioè portare i risultati dei nostri interventi a una platea più ampia. MovingLab e con lui il MAN TGE sono protagonisti in tutti questi ambiti, perché grazie al laboratorio mobile operano sei gruppi di ricerca che con l’impiego delle attrezzature tecniche, con cui è equipaggiato il furgone, possono fare misurazioni strumentali con laser scanner, droni, palo telescopico, telecamere e sensori vari. La trazione 4×4 permette di raggiungere anche i siti più estremi e impervi, in modo sicuro e confortevole. L’allestimento è molto curato perché volevamo un veicolo completamente indipendente, quindi è dotato di un sistema di pannelli solari sul tetto, telefono satellitare. All’interno possono essere allestite due postazioni di lavoro, ma sono presenti anche una zona cucina e un bagno che, grazie anche alla tenda sul tetto, permettono a un gruppo di ricercatori di lavorare per più giorni in totale autonomia. Non ultimo per importanza c’è poi l’aspetto della divulgazione, cioè la possibilità di portare il MovingLab sulle piazze e in eventi pubblici per presentare i risultati delle nostre ricerche”.

Alla trazione integrale, che ripartisce automaticamente la coppia motrice tra assale anteriore e posteriore garantendo sempre una perfetta aderenza al terreno, il MAN TGE 3.180 4×4 MovingLab unisce un motore turbodiesel euro 6 a quattro cilindri per una potenza di 177 cv e una coppia di 410 Nm e un cambio manuale a 6 rapporti. Il passo è di 3.640 mm per una lunghezza totale di 5.986 mm e un’altezza di 2.590 mm, quindi tetto alto. Completo l’equipaggiamento di serie con i sistemi di assistenza alla frenata d’emergenza, al mantenimento della corsia, alla partenza in salita e ai colpi di vento laterali. Particolarmente curato l’allestimento che l’ha praticamente trasformato in una sorta di laboratorio-ufficio con un gancio di traino per poter trasportare le attrezzature ingombranti tramite un carrello appendice oppure trainare il carrello AQ, dedicato all’analisi della qualità dell’aria.

“MovingLab rientra in un piano strategico che il Politecnico di Torino sta sviluppando per migliorare il nostro vivere civile – ha ribadito il Rettore Guido Saracco -: È urgente trovare una via sostenibile al nostro sviluppo e le conseguenze dei cambiamenti climatici le abbiamo drammaticamente vissute nelle nostre valli anche recentemente. Dobbiamo cambiare paradigma, diventare più sostenibili e quindi viviamo con orgoglio il progetto sviluppato dal DIATI che esce anche dai nostri confini perché sta creando sinergie con studiosi di tutto il mondo”.

VUOI IL MAN TGE DEI SOGNI?

Scegli ogni dettaglio in base alle tue esigenze. Configura il TGE che desideri.

Configura il tuo TGE

VAN OF THE WEEK

Qui puoi trovare il van della settimana disponibile oggi stesso! Contattaci per averlo in pronta consegna!

Disclaimer

I veicoli e i prodotti riportati in questo sito Web possono differire per forma, progettazione, colore e ambito di fornitura. Alcune immagini possono includere equipaggiamento speciale, accessori ed elementi decorativi soggetti ad addebiti ulteriori. Le caratteristiche tecniche e l'equipaggiamento dei veicoli descritti sono semplicemente a titolo esemplificativo è possono variare, in particolare a seconda del Paese. Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche in qualsiasi momento.

I nostri veicoli sono equipaggiati con pneumatici estivi come dotazione standard. In numerose località italiane, nella stagione invernale, vige l’obbligo di equipaggiare il veicolo con pneumatici invernali o quattro stagioni in caso di ghiaccio, neve compatta, neve sciolta e brina. Verificare le eventuali normative nazionali in merito all'obbligatorietà dei pneumatici invernali. Il partner MAN è disponibile per qualsiasi consiglio.

Il consumo carburante e i dati emissione specificati sono stati determinati secondo procedure di misurazione prescritte dalla legge. Dal 1 settembre 2017 alcuni nuovi veicoli vengono già omologati secondo il Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure (WLTP - procedura di prova per veicoli leggeri armonizzata a livello mondiale), una procedura di test più realistica per misurare il consumo di carburante e le emissioni di CO2.
Per legge attualmente è ancora necessario fornire i dati secondo il ciclo NEDC. Nel caso dei nuovi veicoli omologati secondo il WLTP, i dati del ciclo NEDC sono ricavati da quelli del WLTP.
Nei casi in cui i dati NEDC sono specificati come intervalli di valori, essi non si riferiscono a un veicolo in particolare e non fanno parte dell'offerta di vendita.

Gli equipaggiamenti aggiuntivi e gli accessori (ad es. componenti aggiuntivi, tipi di pneumatici diversi, ecc.) possono alterare i parametri in questione del veicolo, come il peso, la resistenza al rotolamento e l'aerodinamica, e in relazione alle condizioni atmosferiche e del traffico e ai vari stili di guida possono influire sul consumo di carburante, sull'assorbimento di potenza elettrica, sulle emissioni di CO2 e sui dati prestazionali del veicolo.

Le informazioni sul consumo di carburante e sulle emissioni di CO2 sono valide entro gli intervalli specificati, in base al tipo di pneumatici scelto e all'equipaggiamento speciale opzionale. Informazioni secondo il D.P.R. 17 febbraio 2013 n.84 in merito alla direttiva 1999/94/CE e successive modifiche: Per ulteriori informazioni sul consumo di carburante e sulle emissioni specifiche di CO2 ufficiali per le nuove autovetture consultare la Guida al risparmio di carburante e alle emissioni di CO2 redatta annualmente dal Ministero dello Sviluppo Economico scaricabile gratuitamente al seguente indirizzo: https://www.sviluppoeconomico.gov.it.
Ai sensi dell'articolo 3 del D.P.R 17 febbraio 2013 n° 84, su tutti i veicoli presenti nelle officine MAN viene apposta un'etichetta che indica il consumo di carburante e le emissioni di CO2.
Ai sensi dell'articolo 5 del decreto menzionato, tutte le informazioni relative al consumo di carburante e alle emissioni di CO2 vengono anche riportate in un manifesto o su uno schermo di visualizzazione in ogni officina MAN.
Le classi di efficienza classificano i veicoli in base alle emissioni di CO2 tenendo in considerazione il peso del veicolo a vuoto. I veicoli nella media sono classificati come D. I veicoli superiori alla media attuale sono classificati come A+, A, B o C. I veicoli inferiori alla media sono classificati come E, F o G.
Il refrigerante R134a è utilizzato nelle classi di veicoli N1, N2 e M2. I MAN TGE nella classe di veicoli M1 sono forniti con refrigerante R1234yf. Il valore GWP del refrigerante utilizzato è 1430 (refrigerante R134a) e 4 (refrigerante R1234yf). Le quantità dipendono dal compressore del condizionatore e vanno da 560 a 590 grammi.

CONTATTI